Il TdA al Premio Pieve 26°edizione 06/09/2010

Il TdA al Premio Pieve 26°edizione

sabato 11 settembre ore 21.30 - Campo alla Fiera

il teatro della memoria - 26° Premio Pieve

Compagnia del Teatro dell'Argine
Del sesso della donna come campo di battaglia nella guerra in Bosnia
uno spettacolo di Matéi Visniec
regia di Nicola Bonazzi
con Micaela Casalboni e Giulia Franzaresi

Un titolo arduo ed enigmatico per una vicenda semplice ed emozionante, che ci riporta al cuore della nostra modernità lacerata. Due donne, Kate e Dorra, si confrontano sul tragico destino di sopraffazione toccato a quest’ultima. Lo scenario è quello della guerra nella ex Jugoslavia. Kate, una psicologa americana chiamata a sostenere i militari impegnati nella riapertura delle fosse comuni, si occupa ora di Dorra, una giovane donna che ha subito violenza in un’azione di rappresaglia. Nell’anodina tranquillità di una clinica svizzera, Dorra, dopo silenzi ostinati e furiosi, ripercorre le ragioni dell’odio secolare di cui è stata vittima, mentre Kate annota i progressi della sua condizione, integrandoli con osservazioni teoriche sulle pulsioni di aggressività verso la donna nelle guerre interetniche. Quando la volontà di annientamento di Dorra sembra prevalere, un evento inatteso riapre la porta alla speranza. Matéi Visniec, uno dei maggiori drammaturghi europei, rilegge la violenza delle guerre balcaniche alla luce di una sensibilità acuta e penetrante, alternando riflessione e rappresentazione, e delineando due indimenticabili figure di donna alle prese con un dramma irriducibile, in un teatro della parola che riesce a dare evidenza fisica al dolore e allo strazio di ogni guerra.
Matéi Visniec (Radauti, 1956) è considerato uno degli autori più significativi della drammaturgia europea contemporanea. La sua opera testimonia da subito una tensione ideale, una resistenza culturale e politica contro la manipolazione ideologica. Dal 1977 comincia a scrivere anche pièces teatrali, che circolano diffusamente nell’ambiente letterario rumeno, sebbene ne venga vietata la messa in scena. Nel 1987 abbandona la Romania per trasferirsi in Francia, dove chiede asilo politico. Da questo momento comincia a scrivere in francese e lavora come giornalista per “Radio France Internationale”. Visniec oggi è noto in numerosi Paesi, specialmente in Francia, dove sono stati pubblicati circa una ventina di suoi lavori. In Romania, dopo la caduta del regime comunista è diventato uno degli autori più celebri. 

domenica 12 settembre ore 16.00 - Piazza Plinio Pellegrini
memorie in piazza

otto racconti autobiografici
manifestazione conclusiva
del 26° Premio Pieve

Guido Barbieri  incontra i finalisti 2010

Fabio Guindani per Sylvana Baragiola
Maddalena Treccani per Magda Ceccarelli
Carlo Hendel
Giorgio Marchiani e Zoltán Goda
Nicolino Marras
Grazia Marchesini per Dario Poppi
Kemal Subasciaki
Serenella Tartarini per Manilio Tartarini

ospite d’onore Mario Dondero che riceverà da Saverio Tutino il Premio Città del diario 2009

letture di
Mario Perrotta e Paola Roscioli
con le musiche dal vivo
di Enrico Arias e Maurizio Pellizzari
regia di Guido Barbieri

la manifestazione sarà trasmessa da Radiotre 

 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202