La storia di Amalia

La storia di Amalia
Domenica 10 marzo 2019 alle ore 17.00 presso l’Auditorium Principato di Monaco di San Possidonio in provincia di Modena, il Teatro dell’Argine presenta in anteprima La storia di Amalia, una lettura scenica di Nicola Bonazzi, liberamente ispirata a La sfida di Amalia di David Kertzer, con la voce recitante di Micaela Casalboni e l’accompagnamento musicale di Andrea Belli.

A Bologna, in pieno centro, esiste un palazzo storico che è stato fino all’inizio del Novecento un ospedale. Si chiamava Ospedale degli Esposti, o degli Innocenti, o ancora (e il nome è rimasto nella vulgata popolare) dei Bastardini. Qui, infatti, venivano accolti gli orfani di madre, per essere dati a balia ad altre madri, povere e bisognose, affinché potessero allattarli e garantirne così, a fonte di un piccolo contributo economico, la sopravvivenza. Tuttavia non esistevano misure di profilassi sufficienti a salvaguardare la salute di queste “madri in affitto”: molti bambini erano portatori di malattie ereditarie e a grave rischio di contagio, con tutto quello che poteva conseguirne in termini di sofferenza fisica per sé e per gli altri consanguinei. Il testo, liberamente ispirato al libro La sfida di Amalia dello storico americano David Kertzer, basato su documenti autentici dell’Archivio dell’ex ospedale dei Bastardini, narra la vicenda di una di queste madri, Amalia appunto, che per far fronte alle condizioni di disagio della propria famiglia, decide di farsi balia. La vicenda di dolore che ne seguirà, segnerà per sempre la sua esistenza, senza tuttavia intaccarne la fiducia nel futuro. La voce narrante di Micaela Casalboni del Teatro dell’Argine, accompagnata al piano elettrico da Andrea Belli, prova a restituire la dolce remissività, ma insieme la tenacia e il coraggio di una piccola donna dell’Appennino emiliano di fine Ottocento, in una storia antica che assomiglia a tante storie di disagio di oggi.
 
Ingresso libero.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202